Vortice compie 60 anni

VORTICE azienda 1Lodevole traguardo per Vortice Elettrosociali Spa che quest’anno raggiunge 60 anni di attività chiudendo il 2013 con un fatturato di circa 52 milioni di euro.

Era il 1954 quando Attilio Pagani, Imprenditore d’ingegno, seppe intuire e anticipare i bisogni ancora inespressi in un’Italia che stava rinascendo dalle macerie della guerra e fondò, in un capannone di Viale Montenero a Milano, un’Impresa che in pochi anni divenne leaderdi mercato nella creazione di prodotti in grado di migliorare la qualità della vita di coloro cheli avrebbero utilizzati.

Dal nome di un aspiratore per cucina, primo prodotto di successo che si afferma sul mercato, nasce Vortice Elettrosociali che nel corso degli anni amplia sempre più la sua produzione nel settore del trattamento dell’aria. Dopo le cappe aspiranti, gli umidificatori, gli aspiratori e i ventilatori, che hanno reso ogni ambiente più abitabile, nasce la linea degli apparecchi che eliminano le impurità dell’aria contribuendo alla salvaguardia dell’igiene. Iniziano così importanti collaborazioni con Laboratori e Istituti universitari per attività di ricerca sui temi dell’areazione, della ventilazione e della depurazione.

Nel 1962 avviene la realizzazione del primo vero insediamento industriale di 6.000 mq a Peschiera Borromeo, ai confini di Milano ma, a fronte del crescente successo si rende necessario, dieci anni dopo, un potenziamento degli apparati produttivi. Nasce così nel 1972 l’attuale stabilimento a Zoate di Tribiano (MI) che oggi impiega circa 170 dipendenti e ospita dalla Direzione Generale, alle funzioni Commerciali e di marketing, il Centro di Ricerca e sviluppo con i laboratori, la produzione e il servizio di pre e post vendita.

Nel 1974 Attilio Pagani inizia la sua espansione all’estero con l’apertura di una Filiale in Francia, a Parigi, e nel 1978 a Londra. Oggi il Gruppo Vortice vanta 3 Filiali Commerciali in Francia, Inghilterra e Costa Rica, 1 Società Commerciale e Produttiva in Cina e 1 Ufficio di Rappresentanza in Russia.

A metà degli anni ’70, quando la crisi del petrolio aveva causato l’aumento del costo dell’energia, il dinamico Imprenditore decide di entrare nel settore dei piccoli apparecchi per il riscaldamento elettrico, producendo termoconvettori e negli anni ’80 entra nel mercato con una gamma di ventilatori da soffitto, lanciandone così la moda

Informazioni sull'autore
Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Commercio idrotermosanitario © 2017 Tutti i diritti riservati