Fatturato del settore ITS in Lombardia: ecco i dati

0
165

Un evento caratterizzato da dati e analisi che fotografano non soltanto l’andamento del mercato idrotermosanitario e della domanda interna nelle singole province dell’area lombarda, ma anche uno “spaccato” aggiornato delle dinamiche demografiche, degli scenari occupazionali e delle effettive potenzialità di crescita dell’economia italiana, a livello nazionale e locale.

Questi i contenuti principali del Meeting ANGAISA “Mercato ITS 4.0. Competitività, scenari e potenziali di crescita nelle province italiane”, realizzato con il patrocinio di Unione Confcommercio Milano Lodi Monza e Brianza e in collaborazione con Mostra Convegno Expocomfort, Cerved Group e Italsoft Group, che si è tenuto a Milano giovedì 16 maggio.

Per quanto riguarda le dimensioni del fatturato della distribuzione idrotermosanitaria, la provincia di Milano si conferma di gran lunga quella più significativa (i dati seguenti sono relativi al 2018, espressi in milioni di euro):

Italia                  13.044

Lombardia           2.216

Milano                   828

Brescia                  260

Varese                   233

Bergamo                206

Monza e Brianza     194

Il fatturato ITS pro-capite, espresso in milioni di euro, evidenzia il peso specifico di province come quella di Varese e di Novara (accorpata all’area lombarda per omogeneità territoriale):

Varese                   261,3

Milano                    254,8

Novara                   254,3

Lecco                     240,0

Sondrio                  236,7.

I dati più recenti relativi al reddito pro-capite risalgono al 2016 e testimoniano l’enorme divario fra le diverse aree del Paese, con la provincia di Milano che resta in testa alla classifica a livello nazionale, anche per quanto riguarda il valore aggiunto per occupato.

Reddito pro-capite 2016, valori in migliaia di euro

Milano                   46.999

Lombardia             33.104

Brescia                  28.924

Bergamo               28.109

Lecco                    26.837

Cremona               26.802

Italia                     25.027

 

Milano resta protagonista anche per quanto riguarda lo scenario demografico.

Nel 2017 per Milano e provincia si registrano 3.234.658 abitanti, a seguire Brescia (1.262.402), Bergamo (1.113.170), Varese (890.528) e Monza e Brianza (871.698).

Da qui al 2027 la popolazione dell’intera area lombarda è data in crescita dell’1,4%, con Milano che crescerà di 121.652 abitanti (+3,8%), Bergamo di 18.201 (+1,6%), Monza e Brianza di 16.430 (+1,9%). Tutte le altre aree del Paese (sia pure con dinamiche diverse da provincia a provincia) saranno invece soggette a un calo demografico, in qualche caso davvero clamoroso:

Lombardia             +1,4 (+139.271 abitanti)

Nord Est                -0,3% (-29.837)

Nord Ovest             -0,3% (-52.548)

Centro                    -1,6% (-193.860)

Italia                       -1,9% (-1.166.567)

Sud                        -3,9% (-545.677)

Isole                       -5,2% (-344.646).

Sul fronte dell’occupazione, in Lombardia fra il 2016 e il 2018 si è assistito a un incremento significativo nelle province di Brescia (+2,3%), Varese (+1,6%), Bergamo (+1,6%), Milano (+1,5%), Como (+1,3%) e Monza e Brianza (+1%).

L’ “Osservatorio 2019 sulla competitività delle province” è un progetto realizzato da CRESME Ricerche Spa per ANGAISA, che metterà a disposizione delle aziende distributrici associate tutte le schede statistiche provinciali relative alle dinamiche di mercato e agli scenari economici, occupazionali e demografici.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here