Viega, la Legionella si contrasta con qualità e innovazione

0
132

Come tutelare l’igiene dell’acqua sanitaria e realizzare impianti all’avanguardia allo stesso tempo, con il know-how e i sistemi di prima qualità Viega.

Secondo le statistiche del Centro Europeo per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie (dati ECDC aggiornati al 2016), l’Italia è il primo paese europeo per casi certificati di legionellosi. Un’infezione potenzialmente molto dannosa per la salute umana causata dal batterio della Legionella, che prolifera in ambienti caratterizzati tra l’altro dalla presenza di acqua stagnante, prevalentemente in reti sanitarie.

È proprio per questo motivo che Viega si impegna da più di quindici anni nella competenza necessaria per la tutela dell’igiene dell’acqua sanitaria, offrendo la propria lunga esperienza internazionale e le proprie soluzioni all’avanguardia per minimizzare il rischio di contaminazione degli impianti. Un pericolo purtroppo impossibile da eliminare del tutto. Non a caso in cima alla lista degli obiettivi dell’azienda tedesca c’è quello di tutelare la qualità dell’acqua sanitaria per tutelare la salute dell’uomo.

I modi in cui Viega si fa carico di questa responsabilità sono molti. Per prima cosa, la diffusione di un know-how specifico al servizio dei professionisti del settore, tramite pubblicazioni e seminari dettagliati, oltre che un Centro Servizi sempre pronto a fornire assistenza. Risorse fondamentali per progettisti, installatori e committenti, che oggi devono essere sempre più consapevoli di quanto la qualità della vita degli utenti finali dipenda direttamente dalle loro scelte professionali quando si tratta dell’acqua per il consumo umano. Non è esagerato ricordare che, nel caso della Legionella, gli impianti non progettati, installati e condotti secondo certi criteri possono avere conseguenze letali: la proliferazione delle colonie batteriche, e conseguentemente il rischio di contagio, sono dovuti a diverse cause, spesso di natura tecnica. Tra quelle a cui si può far fronte grazie al supporto di Viega, citiamo una sbagliata scelta dei materiali oppure il sottovalutare l’importanza delle perdite di carico accidentali, reti complesse con rami morti o più genericamente scarsa circolazione, il sovradimensionamento degli impianti o una errata gestione della temperatura di acqua calda e fredda (che potrebbe portare alla formazione di biofilm microbici sulla superficie interna delle tubazioni).

La teoria in pratica: il report “Acqua e salute – Governance e qualità dei sistemi idrici complessi”

Un’ottima prova dell’impegno di Viega nella tutela dell’igiene dell’acqua sanitaria, con il supporto non condizionato alla pubblicazione di studi a tema, è il report scientifico “Acqua e salute – Governance e qualità dei sistemi idrici complessi”. Uno studio il cui titolo riporta due parole chiave per l’azienda tedesca e in generale per il proprio settore: acqua e salute. Due parole strettamente connesse perché è la salvaguardia della prima che consente il mantenimento della seconda: una missione particolarmente importante se si pensa alle fasce di età più critiche, come quella pediatrica/adolescenziale e quella geriatrica.

Per chi ancora non avesse avuto occasione di consultarlo, lo studio approfondito è curato dal Professor Umberto Moscato dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, e redatto in collaborazione con Viega e un team di igienisti, medici, ricercatori, giuristi, ingegneri e architetti. In sedici capitoli, il report prende in esame i molteplici aspetti legati alla qualità dell’acqua sanitaria rispetto alla contaminazione da batteri idrodiffusi, in considerazione dei principali fattori connessi. Dall’aspetto tecnico, progettuale ed esecutivo a quello medico epidemiologico, e dall’aspetto sociale della tutela degli operatori sui luoghi di lavoro a quello legale delle responsabilità riguardo a problemi di contaminazione degli impianti di distribuzione a valle del contatore. Scendendo nel dettaglio di argomenti fondamentali per chi ha a che fare con acqua sanitaria, Legionella e molto altro, con “Acqua e salute – Governance e qualità dei sistemi idrici complessi” Viega contribuisce alla divulgazione di un sapere tecnico-scientifico essenziale per chi lavora nel mondo idrotermosanitario. E lo fa con un’opera che tratta temi complessi con semplicità e che si rivela uno strumento basilare per chiunque progetta o installa impianti di distribuzione idrica. Per Viega, infatti, il massimo livello di tutela si può raggiungere solo grazie alla stretta collaborazione tra tutti gli operatori del settore idrotermosanitario, e il report è una delle sue più recenti azioni in questa direzione.

Eccellenza ed esperienza alla base di ogni sistema, dall’origine

La condivisione della propria esperienza non è l’unico modo in cui Viega supporta i professionisti offrendo loro soluzioni per ridurre il rischio di legionellosi. Un contributo tanto efficace quanto concreto è anche lo sviluppo dei sistemi e dei prodotti migliori per contrastarne le possibilità di diffusione. Perché un’accurata progettazione non può tralasciare quelle scelte che spesso riguardano dettagli tutt’altro che trascurabili, come la scelta della giusta tecnica di giunzione o la valutazione del materiale più idoneo al contesto, la facile gestione dell’impianto, la sua durata nel tempo e soprattutto il massimo livello di affidabilità e igiene. Scelte di primaria importanza in tutta la fase di progettazione e realizzazione di ogni impianto. Per Viega l’estrema attenzione all’igiene dei prodotti comincia già in fase di produzione.

Lungo l’intero ciclo produttivo, i tecnici dell’azienda tedesca identificano i punti critici dove potrebbe verificarsi una contaminazione, e mettono in pratica scrupolosi controlli di routine. Un processo studiato per offrire un prodotto altamente igienico sin dall’origine. Igiene che viene salvaguardata fino alla fase finale, tramite la cura del confezionamento, che si tratti di raccordi o di tubi.Inoltre tutti i prodotti Viega per le installazioni di acqua sanitaria vengono confezionati senza essere entrati in contatto con acqua durante la fase produttiva, per evitare la possibile proliferazione batterica prima ancora dell’installazione.

Un’altra fondamentale caratteristica di qualsiasi prodotto Viega è l’estremo riguardo per i dettagli costruttivi, in termini di cura delle geometrie o di superfici lisce e regolari. Particolari che permettono all’azienda tedesca di produrre eccellenti raccordi con coefficienti di accidentalità (K) ridotti, ideali per minimizzare le perdite di carico, consentendo un dimensionamento più attento ai volumi d’acqua nelle tubazioni e riducendo la stagnazione e il rischio di contaminazione batterica.

Il contributo di Viega Smartpress per una progettazione responsabile

Fra le tante soluzioni di qualità Made in Germany dell’azienda tedesca, Viega Smartpress è l’innovativo sistema di tubi polimerici e raccordi a pressare di acciaio inossidabile e bronzo che ha nella tecnologia di costruzione del raccordo il proprio punto di forza. I raccordi Viega Smartpress, infatti, garantiscono un apporto determinante per un dimensionamento razionale dell’impianto: merito della geometria interna che permette un’ottimizzazione del flusso per la riduzione delle perdite di carico. Una peculiarità che consente, tra le altre cose, di ridurre i tempi di erogazione dell’acqua calda sanitaria, con il risultato di un maggiore comfort nell’utilizzo e di un minor spreco di risorse.

Un’ulteriore decisione da non sottovalutare per una progettazione responsabile è la scelta dei materiali più indicati per i vari tipi di applicazioni: nel caso di Viega Smartpress i raccordi, tutti privi di o-ring, sono contraddistinti da materiali della migliore qualità, come acciaio inossidabile AISI 316L e bronzo, entrambi conformi al D.M. 174/04, con attestazione TiFQ. Il che prova non solo la conformità al Decreto Ministeriale sui materiali a contatto con l’acqua per uso umano, ma anche la sorveglianza effettuata dall’ente terzo sulle misure di salvaguardia dell’igiene durante il processo produttivo. In più l’indiscutibile durabilità nel tempo dei materiali di prima qualità Viega è garantita dalle loro comprovate caratteristiche igieniche e di resistenza alle normali pratiche di sanificazione.

Soluzioni per limitare i tempi di stagnazione, frutto del know-how Viega

Un significativo valore aggiunto offerto dai sistemi Viega è la disponibilità di figure e componenti dedicati per realizzare schemi di installazione utili a favorire un ricambio frequente dell’acqua. Lo scopo è limitare i tempi di stagnazione e quindi contrastare la proliferazione di batteri altamente nocivi per la salute umana. L’assortimento comprende gomiti doppi, raccordi a T disassati, inserti Venturi e non solo. Viega ha anche sviluppato altre innovazioni dedicate alla salvaguardia dell’igiene dell’acqua sanitaria, come il sistema di risciacquo Hygiene+. Un sistema davvero intelligente, applicabile per gli impianti ad anello o per quelli di acqua fredda installati in serie, dove l’elemento WC è l’ultimo punto di prelievo. Attraverso un riconoscimento automatico dell’inutilizzo temporaneo o prolungato dell’impianto, Hygiene+ garantisce l’attivazione automatica di un risciacquo, evitando così tempi di stagnazione prolungati e criticità connesse. Ovviamente i volumi e gli intervalli di risciacquo automatico in caso di inutilizzo si possono programmare facilmente e in qualsiasi momento, persino dopo l’installazione.

Mentre per l’alimentazione di utenze come rubinetti da giardino o lavatoi di cantine, l’inserto Venturi di Viega offre una soluzione semplice ed economica per evitare i rischi di ristagno dell’acqua in presenza di punti di prelievo poco usati.

Controllare la temperatura dell’acqua per limitare consumi energetici e rischi di proliferazione batterica

Per l’acqua calda, nei casi in cui sia necessario un ricircolo, l’esperienza di Viega supporta i professionisti con Smartloop: sistema per gli impianti di acqua calda a ricircolo integrato di edifici residenziali e pubblici. Se si pensa a luoghi come alberghi e ospedali, è chiaro perché la corretta conduzione dell’impianto e temperature ottimali siano letteralmente vitali, date le conseguenze a cui potrebbe portare una contaminazione degli impianti di acqua sanitaria. Smartloop è costituito da un tubo polimerico flessibile, di Polibutilene, collocabile all’interno di una colonna montante verticale indifferentemente realizzata con Viega Sanpress Inox (acciaio inossidabile) o Viega Profipress (rame). Si tratta di una soluzione “inliner”, cioè tubo nel tubo, con la particolarità della tubazione di ricircolo che corre all’interno della colonna montante di acqua calda. Proprio grazie a questa caratteristica, l’acqua calda presente nel ricircolo viene mantenuta ad un adeguato livello di temperatura grazie al contatto con l’acqua calda presente nella colonna, consentendo di limitare i consumi energetici. Inoltre con Smartloop è più semplice mantenere sotto controllo il differenziale di temperatura tra l’acqua in uscita e di ritorno al bollitore. Di certo un elemento determinante se si considera la rilevanza delle temperature per minimizzare il pericolo di proliferazione batterica. L’ultima, ma non per importanza, delle tante soluzioni che permettono agli operatori del settore di contrastare la Legionella con qualità e innovazione. Quelle Made in Germany dei sistemi sviluppati da Viega, con la massima attenzione e affidabilità nel più piccolo dettaglio.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here